Resetta la password

I tuoi risultati di ricerca

Le otto spiagge da visitare assolutamente nel Nord Sardegna

La Sardegna, si sa, è famosa in tutto il mondo per le sue spiagge e per il suo mare. Organizzando una vacanza nel Nord dell’isola ci sono otto tappe obbligatorie, che ci faranno rimanere senza fiato. Con acque da sogno dal colore smeraldo e insenature fantastiche, sabbie soffici e fini, vediamo quali sono le otto spiagge da visitare assolutamente.

Partendo dalla meravigliosa cittadina di Alghero, situata nella riviera del corallo, troviamo la spiaggia di Maria Pia. Con la sua sabbia bianchissima e fine e l’acqua che varia dal colore verde smeraldo al turchese, sicuramente è una delle spiagge da non perdere. Caratterizzata dallo sfondo della macchia mediterranea e da una pineta dove trovare ristoro nelle ore più calde, Maria Pia regala emozioni a chiunque decida di passarvi una giornata di relax e serenità.

Spiaggia di maria Pia ad Alghero

Proseguendo sulla Riviera del Corallo, spostandoci di pochi chilometri dalla cittadina catalana, si arriva alla spiagge de Le Bombarde, un altro paradiso terrestre. La spiaggia è lunga meno di un chilometro ed è protetta da una pineta. La sabbia sottile e color ocra, la colorazione del mare cangiante tra il verde e l’azzurro regalano a chiunque decida di visitarla uno spettacolo irresistibile agli occhi. Si può decidere di trascorrervi una giornata con la propria famiglia o con gli amici, approfittando del chiosco bar o della pineta per trovare benessere durante le ore più calde. La spiaggia è facilmente raggiungibile sia con la propria auto che con il servizio autobus messo a disposizione dalla città di Alghero. Ecco qui di seguito il link con orari e informazioni sul bus http://www.cattognobus.it/algherobeach/.

Se si decide di spostarsi ancora di più dal comune catalano, si arriva ad un’altra tra le più rinomate spiagge della zona, Mugoni. Una spiaggia riparata dalla baia di Porto Conte, un oasi di tranquillità con sabbia morbida e mare cristallino. La sabbia varia dal color ocra al color arancio, mentre l’acqua si presenta calma, grazie alla posizione e dal colore smeraldo. La spiaggia offre ai turisti l’opportunità di visitare l’area circostante attraverso una rete di sentieri che conduce a calette vicine, belle da mozzare il fiato. La zona, ribattezzata dai romani nymphaeus portus, regala ai turisti l’opportunità di visitare tesori archeologici, avvolti dai colori e dai profumi tipici della macchia mediterranea.

Il mare cristallino di Mugoni-Alghero

Nel territorio del vicino comune di Sassari possiamo assaporare la bellezza di un altro lido incantevole, la spiaggia di Porto Ferro. La spiaggia è molto ampia, forse la più vasta della Nurra, ed è raggiungibile attraverso una pineta. Il tratto di caratteristico di questa spiaggia è la presenza di due torri di stile aragonese alle due estremità, La Torre Negra e La Torre di Bantine. L’acqua presenta sempre il colore smeraldo ed è contraddistinta da un moto ondoso ideale per gli amanti del surf. Grandissima novità introdotta da pochi anni è la dog beach, un’area della spiaggia riservata agli amici a quattro zampe. Idea molto innovativa che permette ai turisti di non separarsi dal proprio animale domestico e mira a prevenire l’abbandono estivo.

Proseguendo il nostro viaggio arriviamo a Palmadula, un piccolo comune in provincia di Sassari, dove si affaccia la straordinaria spiaggia di Porto Palmas. La spiaggia si trova nella costa dell’Argentiera ed è una delle spiagge più belle. Protetta da due scogliere rocciose, abbastanza riparata dal vento. La sabbia si presenta a grani medi e l’acqua ha un fondale basso ed un colore smeraldo, che contrasta con il verde della natura presente sulle colline circostanti. Questa policromia rende Porto Palmas una cartolina da visitare una volta nella vita. La spiaggia non è mai affollata, dunque ideale per una giornata di spensieratezza.

Il mare azzurro di Porto Palmas

Si arriva adesso a quella che forse è la spiaggia sarda più famosa, rinomata ed amata sia dai sardi che dai cittadini di tutto il mondo, La Pelosa di Stintino, la perla dei Caraibi sardi. Sempre affollatissima, regala ai turisti una vista stupenda. Le caratteristiche sono la sabbia luminosa e l’acqua cristallina, con sfondo la torre cinquecentesca di epoca aragonese raggiungibile a piedi, simbolo di questa piscina a cielo aperto. La spiaggia della Pelosa forma un unico litorale con la spiaggia della Pelosetta, dove si alternano tratti di roccia dove si possono ammirare i colori tipici della macchia mediterranea e la sabbia fine. Sicuramente da non perdere, la spiaggia di Stintino regala emozioni e sogni a chiunque la visiti.

 

Per concludere, rivolgendoci verso il Golfo dell’Asinara troviamo le spiagge di Capo Testa e Cala Sant’Andrea. Capo Testa è una piccola penisola, limitrofa a Santa Teresa di Gallura, il comune più a Nord della Sardegna. Si affaccia sulle Bocche di Bonifacio, presenta un mare cristallino rinchiuso all’interno di un promontorio caratterizzato da rocce granitiche. Facilmente raggiungibile con l’auto, la spiaggia di Capo Testa è divisa da un istmo in due zone, La Rena o Spiaggia di Ponente e la Rena o Spiaggia di Levante. Oltre che una giornata di relax in queste bellissime acque è qui possibile ammirare la vegetazione mediterranea, le rocce di granito modellate dal vento con forme antropomorfe e zoomorfe e i resti delle cave romane. Dunque abbiamo un connubio di bellezza e cultura, da ammirare ed apprezzare. Infine prendendo un traghetto è possibile raggiungere l’incantata Isola dell’Asinara (così chiamata per la forte presenza di asinelli albini) dove troviamo l’indimenticabile Cala Sant’Andrea. La spiaggia è caratterizzata da una soffice sabbia bianca, calda ed in gran quantità. Il bellissimo mare cristallino ha dei colori che cambiano durante la giornata, passando da un verde smeraldo intenso, all’azzurro, al turchese, fino ad arrivare al blu. Uno spettacolo senza paragoni, incorniciato dalla florida macchia mediterranea e dalla roccia granitica. Il fondale è basso e sabbioso, ricco di fauna marina largamente presente grazie ai vincoli del Parco Nazionale e dell’Area Marina Protetta, di cui l’Asinara fa parte. La Cala è raggiungibile solamente tramite visita guidata organizzata dall’Ente Parco e nel link seguente potete trovare le informazione su come raggiungere l’isola https://siviaggia.it/viaggi/come-arrivare-all-isola-dellasinara/154670/

Rena Levante e Rena Ponente Capo Testa

Categoria: Holiday Ideas
Condividi

un pensiero su “Le otto spiagge da visitare assolutamente nel Nord Sardegna

  • sopra 17/02/2021

    Thanks a lot foor sharing thijs with aall people you actually understand what you are talking! Halley Rodrique Hynda

    rispondere

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.