Resetta la password

I risultati della tua Ricerca

Territori sud orientali della Sardegna

5 giugno 2017 by giancarlo

Il territorio dell’Ogliastra è sicuramente uno dei territori più belli e più naturali della Sardegna, dove flora e fauna la fanno da padrona, in una cornice da sogno. 
Affacciata nella costa orientale della Sardegna il territorio dell’Ogliastra si estende fino alle pendici del Gennargentu. Un mare dai colori caraibici dove possiamo trovare le più belle spiagge della Sardegna:
Il Golfo di Orosei è uno dei litorali più selvaggi della Sardegna: 40 chilometri a strapiombo sul mare. Si raggiunge con lunghe camminate fra rocce scolpite dal vento, dalle intemperie e dalle acque, oppure via mare.

Una Regione bellissima, poco conosciuta, fuori dagli itinerari comuni, affacciata nella Costa Orientale della Sardegna, poco sotto il Golfo di Orosei

La spiaggia più celebre è Cala Luna, che seppur considerata una meta turistica ha mantenuto intatta la sua bellezza naturale.  Il suo nome deriva dalla sua forma a spicchio di luna ed è lambita da acque di colore verde smeraldo e turchese. Si trova a sei chilometri a sud del porto di Cala Gonone e da lì partono mini-crociere che includono immersioni e soste nei più particolari punti del golfo di Orosei.
Altra spiaggia bellissima è Cala Sisine, bellissima al calar del sole, è impressionante quanto suggestivo vedere il levarsi della luna.

Cala Goloritzè, non ha bisogno di presentazione,  dominata da un incredibile obelisco naturale in pietra lavorata dalla forza della natura è famosa per le sfumature particolari che si possono ammirare  fino alle 15:00 del pomeriggio, prima che il sole cominci a nascondersi dietro gli scogli. Questo tratto di costa può essere raggiunto solo via mare oppure a piedi dalla parte interna del Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu.

Per gli amanti del silenzio la spiaggia di SU SIRBONI, è quasi sempre deserta perché pochi sanno come raggiungerla, nascosta dalla fitta macchia mediterranea e riparata da un’alta scogliera che la protegge dal vento. Per raggiungerla lasciate l’auto ad una decina di chilometri a sud di Barisardo, si prosegue a piedi per circa 500 metri lungo un sentiero in discesa. La strada non è facilissima ma alla fine lospettacolo che si gode ripaga della fatica.

Santa Maria Novarrese si trova all’estremità meridionale del Golfo di Orosei. Contornata da pini marittimi è dominata da una antica torre da dove venivano spiati gli arrivi dei pirati. Adesso all’orizzonte non si avvisano più i pirati ma una bellissima vista su isolette tra le quali l’Isola dell’Ogliastra.

La spiaggia di Lotzorai è molto lunga costeggia lo stagno di Tortolì, una riserva naturale bellissima dove possiamo incontrare aironi e fenicotteri rosa. Indicata per gli amanti della natura e degli animali e adatta ai bird-watching per la presenza di vari uccelli migratori

Coccorocci è invece una lunga distesa di ciottoli bianchi, grigi e arancione a forma di uovo. Dalla spiaggia è bellissimo andare alla ricerca dei sentieri seminascosti tra corbezzoli mirto e lentischio che costeggiano le minuscole calette. Un profumo di mare e di macchia mediterranea vi avvolgerà in maniera estasiante.

 

La spiaggia di Bidderosa a Nuoro, paradiso a numero chiuso

La spiaggia dell’oasi di Bidderosa, vicino ad Orosei, mostra tutto il suo fascino esotico con il mare smeraldo e la sabbia candida.

L’ingresso alle 5 calette è a numero chiuso. Un parco che si estende per 860 ettari, a tredici chilometri a nord di Orosei, lungo la statale 125.
Il parco è aperto da giungo a settembre per un massimo di 130 auto il giorno. Luogo ideale per chi vuole lasciare alle spalle la routine quotidiana ed immergersi in una vera e propria oasi di pace. 
Chi vuole entrare a piedi può farlo in tutte le stagioni. Ma c’è anche un altro modo per arrivare alle splendide calette: attraverso la lingua di mare che separa Bidderosa da Cala Ginepro. Nessun problema con la bassa marea, perché l’acqua arriva al massimo ad un metro ma…. magari al rientro servira